fabiovander.blogspot.it

fabiovander.blogspot.it - Il blog di Fabio Vander - Email: fabio.vander@senato.it
DAY BY DAY

martedì 28 marzo 2017

L'ultima di Reichlin

Pochi giorni prima di morire Alfredo Reichlin ha pubblicato un articolo sull'Unità del 14 marzo; in pratica il suo testamento politico.
Si tratta di un testo impegnativo, molto più di un semplice articolo di giornale, un testo da dirigente politico, che fa il quadro storico, individua punti critici e responsabilità, avanza proposte.
Un esempio di vecchia, grande scuola PCI.

martedì 21 marzo 2017

Il "distacco"

"A un certo momento gli intellettuali devono essere capaci di trasferire la loro esperienza sul terreno dell'utilità comune, ciascuno deve sapere prendere il suo posto in un'organizzazione di combattimento. Questo vale soprattutto per l'Italia".

lunedì 27 febbraio 2017

Postdemocrazia

Martedì 28 febbraio alle ore 17,30 presso la Sala Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato (piazza della Minerva, Roma) si terrà la presentazione del libro: Lessico post-democratico (Perugia Stranieri University Press, 2016), a cura di Salvatore Cingari e Alessandro Simoncini. Ne discutono con i curatori Piero Bevilacqua, Ida Dominijanni, Carlo Galli; coordina Fabio Vander.

venerdì 24 febbraio 2017

Omaggio ad Emanuele Severino

Sabato 25 febbraio 2017 alle ore 10, presso il Salone Vanvitelliano del Palazzo della Loggia a Brescia si terrà la presentazione dell'Associazione di Studi filosofici "Emanuele Severino".

giovedì 16 febbraio 2017

News from Sverige 2)

Pubblico la traduzione di questo saggio di Karin Pettersson, Senza socialdemocrazia il capitalismo divorerà se stesso ("Social Europe" - febbraio 2017).

E' una tragedia, ma non c'è niente da fare: nel momento in cui sarebbe tanto più necessaria la socialdemocrazia è al suo minimo storico.
C'è ancora un futuro per progressisti? Ci sono quattro lezioni per il futuro che la sinistra ha bisogno di capire, e quattro modi di pensare la strada da percorrere.

mercoledì 15 febbraio 2017

News from Sverige

Pubblico la traduzione di questo intervento su "Social Europe" dell'economista svedese Bo Rothstein,un contributo per molti versi discutibile e un po' asfittico, comunque che si può leggere.

La lunga storia fra intellettuali e classe operaia è finita

A volte l'amore finisce. Ciò può avvenire non solo tra gli individui, ma anche in politica. La Brexit, la vittoria elettorale di Donald Trump negli Stati Uniti e il successo di tutti i tipi di partiti nazionalisti-populisti in molti paesi europei (tra cui la Svezia) mostrano chiaramente che uno dei matrimoni politici più prolungati deve ormai essere considerato disciolto.